16 marzo-14 aprile 2019 – XXXIV Corso di introduzione alla speleologia

16 marzo-14 aprile 2019  –  XXXIV Corso di introduzione alla speleologia

5 lezioni teoriche sulle tecniche e i materiali, con nozioni di geologia, carsismo, cartografia e topografia, sicurezza e prevenzione, ecologia e tutela dell’ambiente ipogeo

5 uscite pratiche in palestra di roccia, grotta suborizzontale e grotta verticale

Si richiede l’iscrizione al CAI e il certificato medico per l’attività non agonistica. Iscrizioni in sede, il venerdì 16.30-18.30

Età minima: 16 anni compiuti (l’attestato di partecipazione al corso è valido ai fini del riconoscimento dei crediti scolastici)

Quota di iscrizione al corso: 100 Euro (comprende la copertura assicurativa per la durata del corso, l’utilizzo dei materiali tecnici e la fornitura di materiale didattico)

Direttore del corso: IS Nicola Landi 327.469.31.97

Segreteria, info e iscrizioni: Federica Capecchi 340.896.64.18

Scarica la brochure con tutte le informazioni

Domenica 17 marzo 2019 – Escursionismo – Monti Aurunci

Domenica 17 marzo – Monti Aurunci

Monte Ruazzo (1314 m) dal Rifugio Acquaviva (Monti Aurunci)

Accompagnatori: Angela Frate (340.673.4961), Biancarosa Del Gaudio (333.907.9369)

Dislivello: 530 m (partenza da quota 800 m – arrivo quota 1314 m)

Durata: 5 ore – Distanza: 8 Km (A/R) – Difficoltà: E

Equipaggiamento: Scarponi trekking, bastoncini, zaino, acqua, merenda al sacco, mantellina pioggia, abbigliamento a ‘cipolla’ per escursioni termiche da freddo a caldo, ricambio da tenere in auto in caso di pioggia.

Mezzi di trasporto: escursione con auto proprie – Appuntamento: ore 9.30 Rifugio Acquaviva

Per i non soci: è obbligatoria l’assicurazione. Euro 8,50 da pagare al Direttore di escursione

Leggi e scarica la scheda

sabato 16 marzo – Sabati culturali

Visita delle Basiliche Paleocristiane di Cimitile

Visita del Museo storico-archeologico di Nola

Direttore : Matteo Paone  333 2805839  –  081 5463288  –  matteopaone50@gmail.com

Percorso : dopo la visita delle Basiliche Paleocristiane di Cimitile ci si sposta in automobile a Nola

Orari: 10.00 Visita delle Basiliche di Cimitile; 11.30 Visita del Museo di Nola; 13 circa Fine del percorso

Mezzi di trasporto : Auto proprie

Appuntamento da concordare con il Direttore di escursione

Leggi e scarica la scheda

Raccolta di fotografie per il calendario 2020

Calendario da scrivania 2020

Raccolta di fotografie

 

La sezione del CAI di Napoli invita i soci a condividere alcune foto di ambiente montano per realizzare il nuovo calendario da scrivania 2020 che sarà distribuito al momento dell’iscrizione.

Ogni autore potrà inviare, all’indirizzo email comunicai@cainapoli.it, al massimo 2 foto in formato jpg, con una risoluzione di 300 dpi e della dimensione al massimo di 8MB.

La raccolta delle fotografie terminerà il 15 settembre 2019.

Il Consiglio tutto sottolinea che non si tratta di un concorso fotografico e la selezione sarà fatta in base a parametri quale la stagione del mese prescelto, oppure l’attinenza a particolari discipline praticate dal CAI. Si cercherà di dare spazio al numero maggiore di fotografi.

 

Aspettiamo le foto dei soci!

Scarica la scheda

Sabato 9 marzo 2019 – Itinerari culturali in Campania

Gli itinerari culturali in Campania a cura del Comitato Scientifico Regionale  –  Sabato 9 marzo

Castello Aragonese dell’Annunziata – Massa Lubrense

Appuntamento alle ore 10 nella piazza di Santa Maria Annunziata
Direttore di escursione:
ONC Graziana Santamaria Tel 335 5421455 
Presidente del Comitato Scientifico Regionale CAI dott.ssa Vilma Tarantino

TEMPI e PERCORSO ESPERIENZIALE : circa 2 ore ( +3 le soste esperienziali e “lettura energetica
della chiesa, del castello e delle torri); potremo comprendere, verificando attraverso test
kinesiologici, come gli insediamenti difensivi fossero posizionati esattamente su vettori di Sud
Ovest e quale sia il notevole aiuto delle energie cosmo telluriche e del riconoscimento (ed “utilizzo)
dei vettori geodinamici ubiquitari
EQUIPAGGIAMENTO NECESSARIO: Scarponcini da montagna, abbigliamento escursionistico “a
strati”, bastoncini telescopici, pranzo a sacco e acqua;
DIFFICOLTA’: T
Saranno presenti la Presidente della Pro Loco e i rappresentanti del Comune di Massa Lubrense,
che ci offriranno un aperitivo. Per l’occasione il Castello verrà aperto dalle 9,40 alle 13.

Leggi e scarica la scheda

Domenica 10 marzo – Escursionismo – Colline irpine

Domenica 10 marzo 2019 – Escursione

Dal castello di Monteforte Irpino (Av) al Monte Pizzone (1108m)
(Colline irpine)

Responsabili: Alberta Acone (320.3129873) LuigiIozzoli (3355645512)

Percorso di andata e ritorno: dai ruderi del castello di Monteforte (650m) alla vetta del monte Pizzone (1108m), per il sentiero 216

Dislivello : 552 m Durata : 2,5 ore Difficoltà: E

Criticità: Il sentiero non presenta particolari criticità, né tratti particolarmente esposti.
Acqua: non ci sono punti di acqua sul percorso.
Attrezzatura necessaria: abbigliamento invernale (possibile presenza neve) e idonee scarpe da escursione; bastoncini; ghette e mantellina anti pioggia; guanti.
Cartografia consigliata: nuova carta del Parco del Partenio (1:25000) edita dall’Ente Parco e dal CAI Campania.
Costi per i non Soci CAI: euro 10 (assicurazioni), da versare necessariamente in sede, il venerdì precedente l’escursione.

Note descrittive: Si parte dalle immediate vicinanze del parco del Partenio, verso l’estremità est del gruppo montuoso, nella provincia di Avellino, dai ruderi del Castello di Monteforte. Il castello fu, con molta probabilità, edificato dai Longobardi su un preesistente antico castrum romano, nel VII-VIII secolo d.C., per controllare la pianura nolana e bloccare la strada alle incursioni nemiche. Il fortilizio fu citato per la prima volta in un atto di
donazione del 1102 fatto dal signore di Monteforte, Riccardo Raone, della stirpe dei Normanni. Ricerche storico–archeologiche, effettuate sui restanti ruderi, hanno confermato che della struttura si avrebbero tracce sin dall’891, dunque in piena dominazione Longobarda. Con lo “Statutus de reparacione castrorum” del 1231, Federico II ordinò la ristrutturazione di alcuni castelli e di abbattere quelli che non avevano alcuna importanza strategica; Monteforte rientrò in quelli che dovevano essere ristrutturati . Nel periodo angioino la roccaforte appartenne ai principi di Monteforte. Secondo storici locali vi dimorò quel Guido che il 25 maggio 1270 nella Chiesa del Gesù di Viterbo assassinò Enrico di Cornovaglia, figlio del re Riccardo d’Inghilterra, per vendicare il padre e il fratello morti nella
battaglia di Evesham. Il castello venne ristrutturato, per fungere sia da fortezza sia da residenza estiva di Carlo I d’Angiò. Nel corso del secolo XV il castello, non più adatto alle esigenze difensive, perse la sua importanza e fu progressivamente abbandonato. Il castello era costituito da una parte centrale e da una cinta muraria concentrica; aveva una torre principale ed altre tre più piccole poste nella parte più facilmente attaccabile. Della fortezza rimangono parte delle mura perimetrali in pietra, una torre a pianta circolare e un camino. La struttura è caratterizzata dalla mancanza di fondazioni, poggiandosi interamente sui numerosi banchi di pietra. La leggenda narrava che in esso vi fosse sepolto un immenso tesoro e ciò ne spiegherebbe in parte la distruzione.

Leggi e scarica la scheda

Domenica 3 marzo 2019 – Escursione Speleologica – Grotta di San Michele

Domenica 3 marzo 2019 – Parco Nazionale del Cilento, Vallo di Diano e Alburni

Escursione speleologica alla Grotta di San Michele (598 m) da Caselle in Pittari, con il Gruppo Speleologico CAI Napoli

 

Direttore: Umberto Del Vecchio (INS GS CAI Napoli) 338 2156543
Accompagnatori: Gruppo Speleologico CAI Napoli

Dislivello: : 150 m in salita e discesa (AR)
Durata: ore 4 circa comprese soste
Difficoltà: E (Escursionistico)
Equipaggiamento: casco speleo con impianto luce fornito dal Gruppo Speleo; illuminazione frontale di
riserva
Abbigliamento: non è necessario specifico abbigliamento per entrare in grotta in quanto la grotta è
leggermente più fredda che all’esterno; va bene quindi l’abbigliamento utilizzato per il trekking più una giacca
tipo kway per la grotta. Si fa presente che l’ambiente potrebbe essere umido e fangoso e quindi ci si
potrebbe sporcare, portare pertanto un ricambio.
Colazione: al sacco
Acqua: da portare
Appuntamento: davanti al Municipio di Caselle in Pittari (viale Roma) alle ore 09:30
Mezzi di trasporto: auto proprie

Per i non soci è obbligatoria l’assicurazione (€ 8,50), da pagare entro venerdì 1° marzo, contattando il direttore di escursione

Comunicare tempestivamente l’adesione!

Scarica la scheda

Presentati i corsi della sezione CAI Napoli e della Scuola Bel Sud

I corsi 2019 del CAI Napoli e della Scuola Bel Sud

presentati all’Università Parthenope

Il 22 febbraio presso l’Università Parthenope di Napoli sono stati presentati i corsi 2019 della sezione di Napoli e della Scuola Bel Sud.

Ha aperto l’incontro il nostro presidente Umberto Del Vecchio, che dopo aver ringraziato il Rettore dell’Università Parthenope e Gabriele Carbonara, docente dell’Università e nostro socio, ha presentato la sezione e le sue attività.

È seguita quindi una bella e documentata rassegna, con immagini e fotografie, dei corsi in programma nel 2019, organizzati dalla sezione e dalla Scuola Bel Sud, di cui quella di Napoli è sezione co-fondatrice.

La Scuola infatti, nata dalla sinergia intersezionale di Bari, Cava de’ Tirreni, Isernia, Napoli e Piedimonte Matese, a cavallo di Campania, Molise e Puglia, offre una formazione alpinistica di ampio raggio nel centro-sud italiano integrando, dal 2017, l’estensione territoriale dell’offerta formativa alpinistica del CAI. Con belle immagini delle attività svolte nel 2017 e nel 2018, l’istruttore Mariano Arcaro, che è venuto anche in rappresentanza del direttore della scuola Davide Di Giosaffatte, ha presentato i corsi 2019, e c’è davvero l’imbarazzo della scelta: Sci alpinismo SA1 e Arrampicata su cascate di ghiaccio, nei week-end invernali; Alpinismo A1 e A2, nei mesi di maggio-luglio; Arrampicata libera AL1, in tre week-end a maggio-giugno e, da programmare, uno Stage di arrampicata libera presso la Sezione CAI di Isernia.

Il nostro socio Tullio Foti, istruttore di sci alpinismo della Scuola Bel Sud, ha illustrato questa specialità particolare, che appassiona tutti coloro che, esaurito l’entusiasmo per i sali-scendi delle piste, scoprono nuove emozioni nel silenzio di nevi intatte e perfette. Sullo sfondo delle sue foto, ci ha mostrato le tecniche e i materiali, e le possibilità dello sci alpinismo in Italia e all’estero, dovunque la montagna offra neve, dislivello e bellezza.

Il Corso di introduzione alla speleologia, arrivato nel 2019 alla sua 34° edizione, è stato presentato da Nicola Landi, direttore del Corso e istruttore afferente alla Scuola Nazionale di Speleologia del CAI. Come è tradizione di lunga data del Gruppo Speleologico della sezione di Napoli, il corso, che si svolgerà dal 16 marzo al 14 aprile, comporta cinque lezioni teoriche di speleologia, con elementi di geologia, carsismo e speleogenesi, bioecologia ipogea, archeologia in grotta, topografia, cartografia e nozioni di rilievo, tutela dell’ambiente ipogeo, prevenzione e sicurezza e, parallelamente, cinque uscite di pratica in palestra di roccia, grotta suborizzontale e grotte verticali.

Tornano, nel 2019, i corsi di escursionismo della sezione di Napoli, diretti da Simone Merola. Il Corso base, fra marzo e maggio, sarà di quattro lezioni teoriche e cinque uscite in montagna. Sono previsti anche un Incontro monotematico per le vie ferrate e, nell’intento di assicurare la manutenzione e la segnaletica dei sentieri nelle zone di pertinenza della sezione, un Corso per manutentori della sentieristica del CAI.

La rassegna è stata conclusa dal Corpo nazionale di soccorso alpino e speleologico della Campania, invitato a parlare delle sue molteplici attività. Luigi Amato, tecnico del CNSAS, ci ha illustrato le numerose e assai varie azioni di soccorso che ogni anno il CNSAS svolge sulle nostre montagne, spesso in zone intensamente frequentate dai turisti, ma anche in ambienti impervi come le forre, la montagna innevata e in grotta, con grande mobilitazione di uomini e mezzi. Oltre agli interventi, sono state mostrate anche le iniziative di prevenzione e di formazione alla sicurezza, come la Giornata nazionale Sicuri con la neve, nell’ambito del progetto Sicuri in montagna.

A chi si rivolgono i nostri corsi? E cosa occorre? Tutti i corsi base e gli stage sono concepiti per gli appassionati di montagna, sia che si avvicinino per la prima volta all’ambiente montano e al suo sottosuolo, sia che siano già frequentatori delle vette e delle cavità e vogliano perfezionare la tecnica e approfondire le loro conoscenze. Per partecipare ai corsi occorre essere iscritti al CAI con il bollino in regola per l’anno in corso, produrre un certificato medico per la pratica sportiva non agonistica che documenti naturalmente una buona condizione fisica, ed essere adeguatamente equipaggiati, almeno con zaino, scarpe da trekking e abbigliamento da montagna. Il corso base di sci alpinismo richiede che si abbia l’attrezzatura specifica, mentre per quelli di arrampicata, alpinismo e speleologia accanto ad alcune dotazioni personali indispensabili, è possibile fruire dei materiali messi a disposizione dalle Scuole. Gli alpinisti più esperti possono accedere anche alla formazione per il soccorso alpino, intraprendendo uno specifico percorso che integra la loro esperienza acquisita.

Teniamoci quindi informati e con lo zaino pronto!

Informazioni e aggiornamenti sui siti del CAI Napoli , della Scuola Bel Sud, e del CNSAS, con possibilità di iscriversi alle relative newsletter, e sulle rispettive pagine Fb. Per contatti: comunicai@cainapoli.it; scuolabelsud@gmail.compresidente@cnsascampania.it

Venerdì 22 febbraio – I Corsi della sezione si presentano all’Università Parthenope

I corsi del CAI Napoli

Venerdì 22 febbraio 2019

Università Parthenope – via Acton, 38 ore 17.30

La sezione di Napoli presenta i suoi corsi,

in collaborazione con la Scuola di alpinismo Bel Sud

Intervengono

Umberto Del Vecchio, INS, Presidente sezione CAI Napoli

Davide Di Giosaffatte, INA, Direttore della Scuola Bel Sud

Tullio Foti, ISA, Direttore del Corso di Sci alpinismo

Simone Merola, ANE, Direttore del Corso di Escursionismo

Nicola Landi, IS, Direttore del Corso di Speleologia

Luigi Amato, CNSAS Campania

Iscrizioni ai corsi a partire dai 16 anni compiuti (l’attestato di partecipazione è valido ai fini del riconoscimento dei crediti scolastici)

I soci e i simpatizzanti sono invitati ad intervenire!

Leggi e scarica la locandina